[ROSSO] Materiali di provenienza Aquileiese
[BLU] Materiali di provenienza Tergestina
[VERDE] Materiali di provenienza Istriana
[BORDEAUX] Collezione Arcadi Sonziaci e Cenotafio J.J. Winckelmann

Pianta Orto Lapidario

Monumenti Istriani

Espositore I

32. Epitafio di …
e di Tarica Procula
33. Dedica votiva
a Nemesi Augusta
34. Dedica sacra
a Giove Ottimo Massimo
35. Epitafio
di Lucio Papio Marcellino
e di sua moglie Mu… Secondina
36. Epitafio
del liberto
Tito Cesernio Eucero

Epitafio di ... e di Tarica Procula Epitafio di … e di Tarica Procula

[ inv. 13847 ]
Blocco in calcare conservato a lungo a Umago – Umag (HR).
Prima parte del I sec. d.C.
Inscr. It. X, 4, 223 = Inscr. It. X, 3, 45

[---]V[---]
[v]ivu[s fe]cit sibi
et Taricae L(uci) f(iliae)
Pr[o]culae.

da vivo fece per sè
e per Tarica Procula, figlia di Lucio.


Dedica votiva a Nemesi Augusta

Dedica votiva a Nemesi Augusta

[ inv. 1354 ]
Piccola ara in calcare rinvenuta a San Pietro dall’Amata – Raven (SLO). Acquisizione del 14 maggio 1898.
I sec. d.C.
Inscr.It., X, 3, 35


 

 Nem[e]-
si Aug(ustae)
sac(rum).
Qui+[---]
ser(vus) L(uci) [---]
nici Pro-
tocteti
v(otum) s(olvit) l(ibens)

Consacrato
a Nemesi
Augusta.
Qui…
schiavo di Lucio
…nico
Protocteto
sciolse volentieri il voto

Dedica sacra a Giove Ottimo MassimoDedica sacra a Giove Ottimo Massimo

[ inv. 13556 ]

Arula in calcare rinvenuta nel 1805 a S. Michele di Bagnole (Dignano) – Sv. Martin (Vodnjan, HR). Acquisizione del 1815.
Prima metà del I sec. d.C.
Inscr. It. X, 1, 630

 

 C. Laecanius
Ialysus
Iovi Optimo
Maximo

Gaio Lecanio
Ialyso
(donò/fece) a Giove Ottimo
Massimo


Epitafio di Lucio Papio Marcellino e di sua moglie Mu... Secondina Epitafio di Lucio Papio Marcellino e di sua moglie Mu… Secondina

[ inv. 13508 ]

Dado di ara in calcare un tempo collocato nella chiesa di S.Lorenzo a Stari Portoroz (SLO).
Acquisizione del 1843. Il foro centrale e i due scassi sono dovuti al reimpiego come base di torchio.
Ai lati sono scolpiti due Atthis piangenti.
Fine del I sec. d.C. – inizi del II sec. d.C.
Inscr. It. X, 3, 39

 D(is) M(anibus).
L(ucius) Papius
Marcellinus
v(ivus) f(ecit) [sibi] et
Mu[--- a]e
Secu[ndina]e uxor(i),
lib(ertis), lib(ertabus) [et po]st(eris) eorum.
Vet(eranus) l(egionis) p(rimae) It(alicae)

Agli Dei Mani (= divinità protettrici delle anime dei morti).
Lucio Papio
Marcellino
da vivo fece per sé e per
la moglie Mu…
Secondina,
per i liberti, le liberte e per i loro discendenti.
Veterano della legione Prima Italica

Il reimpiego dell’ara funeraria di Marco Papio Marcellino

L’ara di Marco Papio Marcellino fu successivamente riutilizzata come basamento per un torchio per la spremitura di olive. Il foro centrale serviva per posizionare il palo a vite, i due tagli laterali per due travetti che bloccavano l’intero meccanismo.


Epitafio del liberto Tito Cesernio EuceroEpitafio del liberto Tito Cesernio Eucero

[ inv. 13865 ]

Ara in calcare rinvenuta a Isola – Izola (SLO). Acquisizione del 9 settembre 1909 (dono del can. F. Muiesan).
II sec. d.C.
Inscr.It., X, 3, 36

 T(ito) Caesernio
Macedonis l(iberto)
Eucaero an(norum) XXII
Helix pater
fecit

Per Tito Cesernio
Eucero, liberto ( = schiavo liberato) di (Tito Cesernio)
Macedone, di 22 anni,
il padre Elice fece(costruire il monumento funerario)


Espositore L

 37. Epitafio
del veterano
Gaio Tizio
38. Epitafio
di Antimo
39. Epitafio
di Lucio Plessina Etrusco
40. Epitafio
di C. Plozio

Epitafio del veterano Gaio Tizio, originario di VienneEpitafio del veterano Gaio Tizio, originario di Vienne

[ inv. 13558 ]
Lastra in calcare rinvenuta a Paugnano – Pomjan (SLO). Acquisizione del 1843 (dono D’Andri).
I sec. d.C.
Inscr.It., X, 3, 31

 C(aius) Titius C(ai) f(ilius)
Volt(ilia) Vienna,
veteranus
leg(ionis) XV Apol(linaris)

 Gaio Tizio, figlio di Gaio,
iscritto alla tribù Voltilia ( = distretto di voto), di Vienne,
veterano della legione Quindicesima Apollinare

Epitafio di Antimo, schiavo imperialeEpitafio di Antimo, schiavo imperiale

[ inv. 13560 ]
Stele in calcare conservata per lungo tempo a Giubba (Umago) – Djuba (Umag, HR). Dono de Francesco (?).
Tra la fine del II e gli inizi del III sec. d.C.
Inscr.It., X, 3, 50

 D(is) M(anibus)[A]nthimi
[Au]g(usti) n(ostri) com-
[me]ntar(iensis). T(itus) Fl(avius)
[Cr]escen[s]
privigno v(ivus) f(ecit)
et sibi et Fla(viae)
Felicitati
coniugi
carissime

 Agli Dei Mani (= divinità protettrici delle anime dei morti)
di Antimo,
(schiavo)del nostro Augusto (imperatore),
addetto all’archivio. Tito Flavio
Crescente
al (suo) figliastro fece da vivo
e per sé e per Flavia
Felicità
(sua) coniuge
carissima


Epitafio di Lucio Plessina Etrusco da parte della moglieEpitafio di Lucio Plessina Etrusco da parte della moglie

[ inv. 13559 ]
Stele in marmo rinvenuta nel 1862 a Seghetto (Umago) – Seget (Umag, HR). Acquisizione del 1 giugno 1875.
I sec. d.C.
Inscr.It., X, 3, 49

 D(is) M(anibus)
L(uci) Plexin(a)e
Etrusco.
Calpurnia Primigeni[a]
co(n)iug(i) et sibi fec(it)

Agli Dei Mani (= divinità protettrici delle anime dei morti)
di Lucio Plessina
Etrusco.
Calpurnia Primigenia
al (suo) coniuge e per sè fece (il monumento funerario)


Epitafio di C. Plozio, figlio di ManioEpitafio di C. Plozio, figlio di Manio

[ inv. 13561 ]
Stele in calcare rinvenuta a S. Giovanni (Umago) – Sv. Ivan (Umag, HR).
Dono di A. de Franceschi.
Prima parte del I sec. d.C.
Inscr.It., X, 3, 51

 C(aius) Plotius
M(ani) f(ilius) Pup(inia tribu).
L(ocus) m(onumenti) in front(e)
p(edes) L, in agr(o) p(edes) L

Gaio Plozio,
figlio di Manio, iscritto alla tribù Pupinia (= distretto di voto dei Tergestini).
Il luogo del monumento(misura) sul lato strada
50 piedi (circa 14,80 m), verso la campagna 50 piedi (circa 14,80 m)


Espositore M

Espositore M

Epitafio di Barbia Asclepiodora da parte del padreEpitafio di Barbia Asclepiodora da parte del padre

[ inv. 13866 ]
Sarcofago architettonico in marmo da Fasana – Fazana (HR).
II sec. d.C.
Inscr.It., X, 1, 229

 M(arcus) Barbius Soter
Barbiae Ascle-
piodorae
filiae pientissi-
mae

Marco Barbio Sotere
(fece) per Barbia
Asclepiodora
figlia amorevolissima