Domenica 5 febbraio, alle ore 11
INGRESSO LIBERO FINO A ESAURIMENTO DEI 60 POSTI A SEDERE

Carrellata storica su perle e pendenti in vetro antico nella nostra regione a cura dell’archeologa Luciana Mandruzzato, vera specialista nel campo del vetro, che utilizzando anche le splendide immagini dei ricchi materiali collezionati da Augusto Panini presenterà l’affascinante percorso da Venezia all’Africa delle perle prodotte per il mercato coloniale nel XIX e XX secolo.
La millenaria storia delle perle in vetro è il tema di una delle mostre allestite presso il Museo Nazionale Archeologico di Aquileia, che ne illustra gli usi e le tecniche decorative, in un coloratissimo racconto dall’antichità alla prima metà del ‘900.
La mostra nasce dall’accostamento tra le perle e i pendenti in vetro antichi rinvenuti ad Aquileia e una selezione dalla ricchissima collezione Panini di Como.
Il racconto segue, per così dire, il filo delle perle e permette di apprezzare come le tecniche di lavorazione e i motivi decorativi si alternino, cessino e riprendano attraverso i secoli per adeguarsi ai cambiamenti di gusto di un mercato che non ha mai smesso di amare i gioielli in vetro. Le perle e i pendenti, però, hanno anche rivestito ruoli diversi da quello di semplici oggetti di ornamento personale e ad alcuni motivi decorativi sono stati attribuiti anche poteri magici di talismano. In qualche caso la ricercatezza e la complessità di lavorazione le hanno rese a tal punto preziose e ricercate da assumere, in determinati contesti, un vero e proprio valore monetale.

Civico Museo di Storia ed Arte, via della Cattedrale 15, Trieste
Tel. 040 310500; www.museostoriaeartetrieste.it
Apertura: da martedì a sabato 9-13; domenica 10-17; lunedì chiuso
INGRESSO LIBERO