Krieger, trophäen, Heiligtümer

“Armi per gli Dei. Guerrieri – Trofei – Santuari”

Il Museo in Mostra
Tiroler Landesmuseum Ferdinandeum
7 dicembre 2012 – 31 marzo 2013
Organizzazione: Tiroler Landesmuseum Ferdinandeum
Innsbruck – Austria

La mostra è dedicata allo sfaccettato tema della consacrazione delle armi. Deposte nei santuari nelle grotte o presso i roghi votivi alpini, sepolte nel terreno o lasciate affondare nelle acque (fiumi, laghi e torbiere), le armi di difesa e di offesa delucidano, nell’ambito dei rinvenimenti archeologici, la stretta connessione tra i guerrieri aspiranti alla vittoria o già trionfanti e gli dei concedenti il proprio aiuto. Talvolta la distruzione intenzionale delle armi mediante deformazione, frammentazione o combustione pone l’accento sull’atto di consacrazione come ringraziamento per l’aiuto concesso o come preghiera per un soccorso divino. Attraverso quest’azione rituale, le armi vengono sottratte al loro utilizzo quotidiano ed introdotte nella
sfera del sacro.

Il Museo di Trieste ha prestato 24 reperti, una selezione delle armi rinvenute nell’inaccessibile cavità carsica della Grotta delle Mosche di San Canziano del Carso (Škocjan, Slovenia), esposte accanto ai reperti rimasti al Museo di Vienna (capitale dell’impero in cui rientravano tanto San Canziano che Trieste all’epoca del ritrovamento da parte di Szombathy nel 1912-1913).

 

Frammento della Grotta delle Mosche

Armi della Grotta delle Mosche

 

Elmo della Grotta delle Mosche