LUDUS LATRUNCULORUM

evidenze letterarie ed archeologiche”

a cura di Alessandro De Antoni

Ludus Latrunculorum: giocando con gli antichi

PRIMO TORNEO TERGESTINO DI “LATRUNCULI”

 

Proseguono al Museo d’Antichità “J.J. Winckelmann gli “Incontri di Archeologia 2018”, organizzati insieme alla Sezione Giuliana della Società Archeologica Friulana, e questa volta anche assieme alla Legio VI Ferrata e al Centro Regionale Studi di Storia Militare Antica e Moderna di Trieste.

Doppio sarà l’appuntamento dedicato al gioco nel mondo romano, che appassionò anche gli stessi  imperatori.

Sabato 16 giugno alle ore 17.00 presso la sala conferenze del Museo (via della Cattedrale 15) l’argomento verrà introdotto da Alessandro De Antoni con un intervento dal titolo “LUDUS LATRUNCULORUM: evidenze letterarie ed archeologiche”.

Sabato 23 giugno a partire dalle ore 17.00, invece, nel giardino davanti al Museo (ingresso da via della Cattedrale 15) si terrà il Primo Torneo Tergestino di “latrunculi”.

Il gioco dei “latrunculi”, tradotto a volte erroneamente come il gioco dei “ladroni” mentre più correttamente andrebbe indicato come il gioco dei “briganti” o dei “mercenari”, è il gioco da tavolo dell’antica Roma più citato dalle fonti.

Grazie a queste, tra cui Plauto, Seneca, Ovidio, Petronio, Marziale, Isidoro di Siviglia, Flavio Vopisco, oltre ad alcuni testi di autori ignoti come la Laus Pisonis, siamo oggi in grado di ricostruire, cogliendo gli accenni e i riferimenti nelle varie opere, buona parte del regolamento di questo diffusissimo gioco di strategia da scacchiera, uno dei pochissimi che non usa dadi.

Per certo si sa che prevedeva due giocatori e che la tabula lusoria (o tavola da gioco) era una scacchiera formata da quadrati disposti in numero di 7×7, 10×8, 12×8 o il più diffuso ed attestato 8×8, su cui ogni giocatore disponeva un set di 8, 9, 13, 16 o 24 pezzi di colore uguale contrapposti a quelli avversari.

Coloro che si sentiranno “briganti” pronti alla sfida verranno dotati di un regolamento con le istruzioni per partecipare al Primo Torneo Tergestino dei “latrunculi” il pomeriggio di sabato 23 a partire dalle ore 17.00 nel giardino davanti al Museo.

Il torneo prevede otto scacchiere, quindi 16 giocatori (si accettano le iscrizioni il sabato 16 giugno, all’incontro in Museo, oppure via mail all’indirizzo segreteria@sfa-giuliana.it).

Le partite saranno a eliminazione diretta, fino alla sfida finale a due, che indicherà il vincitore del torneo, che – come dicono le fonti – verrà proclamato “imperator”, incoronato di lauro e riceverà il trofeo messo in palio dal Museo d’Antichità.

Ad ogni tavolo sarà presente un rievocatore in costume che verificherà il buon svolgimento di ogni partita e dirimerà eventuali problemi di gioco.
Per informazioni: segreteria@sfa-giuliana.it
Civico Museo d’Antichità “J.J. Winckelmann” già Civico Museo di Storia ed Arte,
piazza della Cattedrale 1, via della Cattedrale 15, via San Giusto 4, Trieste
INGRESSO LIBERO
Tel. 040 310500; www.museoantichitawinckelmann.it